Codice deontologico

Riformulare le norme del Codice deontologico alla luce del nuovo contesto normativo, senza tuttavia intaccarne lo spirito, i valori etici e le disposizioni di principio relative al decoro, alla dignità e alle prerogative delle professione di farmacista, nella convinzione che tali principi costituiscano le basi su cui fondare un’efficace politica di rilancio della professione.

codice deontologicoÈ questo l’atteggiamento con il quale la Federazione degli Ordini ha provveduto alla revisione della Carta dei doveri della professione, resa necessaria dalle importanti trasformazioni intervenute nel tessuto delle norme che regolano la distribuzione del farmaco e dalle sollecitazioni dell’Autorità garante per il mercato e la concorrenza.

La nuova edizione del Codice deontologico, che oggi si consegna alle Colleghe e ai Colleghi, è incentrata su principi etici forti, più che su indicazioni di dettaglio, e ribadisce il quadro irrinunciabile  di contenuti e valori che dovranno essere guida e modello di comportamento per ogni farmacista nell’esercizio professionale, quale che sia il contesto dov’esso è realizzato.

È profonda convinzione della Federazione degli Ordini che, nel magma delle incertezze di contesti e regole che cambiano, la possibilità di riferirsi a un quadro di riferimento etico certo e inattaccabile rappresenti per i farmacisti una garanzia – forse l’unica – per poter continuare a essere anche in futuro quel che sono sempre stati: professionisti al servizio della tutela della salute dei cittadini.

Giacomo Leopardi
Presidente Federazione Nazionale
Ordini Farmacisti Italiani

Amministrazione trasparenteAmmnistrazione Trasparente

fofi

Enpaf

farmalavoro

logofc

aifa

Utenti attivi

Abbiamo 179 visitatori e nessun utente online